mercoledì 26 maggio 2010

Venezia Vogalonga 2010

Dal Diario di O' Pirata
L'appuntamento è alle 7:00 al parcheggio del Tronchetto dove, secondo gli intendimenti, Alvise deve consegnare le canoe prese in affitto da Piero il Trendy, Rita la Dolce e Felix il Gatto. Giunti al Tronchetto la sgradita sorpresa: Alvise non c'è, ma c'è il suo carrello sovraccarico di canoe. Telefonate frenetiche poi finalmente, dopo tre quarti d'ora, arriva il giovane aitante, bella presenza, accompagnato da altri quattro clienti.
Aliamo con difficoltà le canoe da una difficile e puzzolente scoscesa. Diamo la precedenza alle gentili donzelle (che cavalleria! Da libro Cuore). Il più cavaliere è il Gabbiano che rimane ultimo dopo aver aiutato tutti. Nel salire sulla canoa inciampa e cade nell'acqua fetida facendo il pieno di colibatteri. La disavventura ha su di lui un effetto sorprendente. Da quel momento il Gabbiano inizierà a pagaiare come un forsennato. Percorrerà i 34 Km della Vogalonga a un ritmo da Guinness dei Primati. E' vero, bisogna ammetterlo. Uno inizia a darsi da fare sul serio solo quando si trova nella m..... (Continua sotto)


sabato 8 maggio 2010

San Nicola: tra Oriente e Occidente

Da quando, nel lontano 1087, un manipolo di valorosi baresi trasferì le spoglie del santo dalla cittadina turca di Myra a Bari, sottraendole alle insidie dei Veneziani, San Nicola è il protettore dei marinai.

I Cavalieri del Mare lo hanno onorato l'8 maggio 2010, invitando tutti i canoisti pugliesi al Raduno Regionale di canoe e kayak intitolato “San Nicola tra Oriente e Occidente” organizzato dal CUS Bari.

All’invito hanno aderito entusiasticamente da Santa Caterina i rappresentanti del CKCS capeggiati dal loro presidente Piero Cantisani e da Trani i canoisti della Lega Navale Italiana guidati dal famoso progettista di kayak Fabio De Pace.

Il gruppo di valorosi pagaiatori ha coperto le quattro miglia che separano la sede del CUS Bari dal Molo Sant’Antonio, e così hanno potuto assistere alla cerimonia dell’imbarco della statua del Santo e allo spettacolo dei fuochi d’artificio.

Dopo la sfilata lungo il lungomare Nazario Sauro e la doverosa sosta alla spiaggia di Pane e Pomodoro, i canoisti sono ritornati nella darsena CUS Bari. Un nutrito buffet composto dai tradizionali piatti baresi, ha concluso una magnifica giornata di sole e di mare trascorsa all’insegna della serenità e del divertimento.



video
Videoclip prodotto da Piero Cantisani Presidente del CKCS